Questo sito (compresi gli strumenti di terze parti utilizzati in esso) si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando a navigare su questo sito o cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie.

Articolo su La Nuova Ferrara

Gli Stealth vogliono solo il meglio

I fondatori Occhi e Danieli hanno cercato a lungo i compagni ideali

FERRARA. Sull’autostrada del rock impossibile non imbattersi negli Stealth, band emergente uscita dalla sala prove del garage per esibirsi dal vivo. Facile capire il genere di cui si sta parlando, riff distorti e potenti che si alternano a ballate dalle atmosfere melodiche, il tutto in puro stile hard rock. Band mista un po’ ferrarese e un po’ rodigina con fan sulle due sponde del Po. Dopo anni passati in sala prova gli Stealth sono pronti a far esplodere la propria musica, basta ascoltare le canzoni inedite del demo di quello che da li a poco diventerà l'album “Echoes from a dark lake bridge”. Gli Stealth nascono nel 2007 da un'idea di Luca Occhi e Marcello Danieli. La prima formazione vede come componenti Occhi alla chitarra, Danieli alla batteria, Luca Vianello al basso ed Enrico Ghirelli come cantante. Dopo alcuni mesi il progetto sembra naufragare per l’abbandono di Vianello e Ghirelli. I superstiti, Luca e Marcello, continuano nella ricerca di nuovi componenti e dopo tre anni di provini trovano Andrea Rambelli per il basso e Matia Catozzi per la chitarra dando nuova linfa vitale alla band. Nel 2011 la line-up della band viene completata dal ritorno di Ghirelli. Scatta la partecipazione a vari concorsi, i riconoscimenti arrivano con la finale al Rock in Progress di Ferrara, così come al Contest nazionale emergenti per la trasmissione televisiva Di Tv. Vincitori, poi, dell’Evolution Fest 2012 di Tresigallo. Prossimi concerti, all’Halloween Rock al Stonehenge, al Fujiko live show di Bologna e al Tiro contest 2012.(c.m.)

L'Articolo Originale